Appuntamenti

11 ottobre 2018
h 18:00 – 19:30
Forte Marghera

Il cantiere Biennale

La storia delle trasformazioni dei Giardini in luogo espositivo; la costruzione dei padiglioni nazionali; la “vita” delle mostre e degli allestimenti museali. Ne parleremo con:

Francesca Castellani (Università Iuav di Venezia)
Eleonora Charans (Università Iuav di Venezia)
Chiara Di Stefano (Università per Stranieri di Perugia)
Cristiano Guarneri (Università degli Studi di Padova)
Stefano Zaggia (Università degli Studi di Padova)
Guido Zucconi (Università Iuav di Venezia)

27 ottobre 2018
h 18.30 – 20.30
Forte Marghera

Cittadini e algoritmi, comunicazione, servizi pubblici e serendipity nell’epoca delle macchine

Marco Goldin, il data scientist da sorriso maliardo, ci mostrerà degli algoritmi di cooccorrenza per il targeting delle comunicazioni comunali ai cittadini. DOMANDA: come si possono gestire algoritmicamente i dati delle interazioni dei cittadini? Sembra una cosa supertecnica ma serve per proporre i servizi ai cittadini ottimizzando la comunicazione con l’Amministrazione nei vari canali, che sia il sito web, i social, URP. Esempio banale: grazie all’analisi di cooccorrenza, se il cittadino 1 usa il servizio A e il cittadino 2 usa il servizio A e quello B, le macchine automaticamente propongono il servizio B anche al cittadino 1. Si farà un’analisi di qualche struttura di sito web e una serie di considerazioni.

Coming soon

Dai buchi neri ai progetti:
l’architetto mediatore del territorio

Si presenterà la mappatura dei luoghi dismessi o dimenticati dei territori per mediare tra recupero e funzione. Nell’era della disintermediazione l’architetto è il mediatore delle competenze diffuse tra molte professioni.

Coming soon

Architetture contemporanee a Venezia

Venezia non è una cartolina fissa nel tempo. È stata costruita, progettata, modificata anche nei giorni nostri. Dalle nuove infrastrutture, ai restauri, ai riusi alle nuove fabbricazioni, molti casi per vedere un tessuto storico che vive e rinnova la sua struttura senza perdere la memoria

Coming soon

Dalla nuvola di punti ai blocchi: Venezia in Minecraft

La nuvola di punti di Ramses diventa la base per trasferire Venezia in Minecraft. Lo strumento di manutenzione urbana diventa la base per “giocare” a costruire una Venezia vissuta digitalmente e reinventata a blocchi.

Coming soon

La pianificazione è un gioco:
Minecraft per giocare con il territorio di Venezia

Il trasferimento della nuvola di punti di Ramses, il sistema di manutenzione urbana di Venezia, consente di avvicinare diverse fasce d’età al territorio e alla sua pianificazione attraverso il gioco.

Coming soon

La mappa antica e i percorsi dei giorni nostri

La cartografia storica e gli archivi dei passati piani regolatori, sono delle risorse per recuperare idee e le immagini di un territorio e di una Venezia trasformata dal tempo e dalla vita. La sovrapposizione tra il passato e l’odierno è la chiave per ricercare relazioni per nuovi approcci alla gestione della Città.

Eventi conclusi

31 maggio 2018
h 18.30 – 20.00
Forte Marghera

Follow UP! Dati dal Padiglione al Forte

OSD opensensorsdata illustrerà il modello di gestione dati del Padiglione Venezia assieme a DataBeers Venezia, gli analisti dati con la schiuma, e Hacks/Hackers Venezia, gli smanettoni e i parolai con i dati tra giornalisti e hacker.

7 giugno 2018
h 18.30 – 20.30
Forte Marghera

Visualising Venice: Biennale Architettura Follow UP!
Dal Padiglione Venezia al Forte Marghera

Secondo incontro del Padiglione Venezia a Forte Marghera

Nelle aule seminariali – appena entrati in fondo sulla destra – incontreremo il gruppo di ricerca Visualising Venice, è un’iniziativa di Digital Humanities di studenti, studiosi e architetti con progetti di ricerca per generare modelli digitali e mappe della città di Venezia, dei suoi territori e della sua laguna. Parleremo dei casi di studio presentati al Padiglione Venezia e delle attività di raccolta, analisi e riproduzione della Città dai documenti storici.

Ne parleramo con:

  • Caroline Bruzelius (Duke University)
  • Donatella Calabi (IUAV)
  • Andrea Giordano (Università degli studi di Padova)
  • modera: Luca Corsato, staff curatoriale Padiglione Venezia (OSD)

26 giugno 2018
h 18.30 – 20.00
Forte Marghera

Venezia Conta, dai dati all’ambiente:
Biennale Architettura Follow UP!
Dal Padiglione Venezia al Forte Marghera

Per il terzo incontro per il Padiglione Venezia parleremo di design della comunicazione per usare i dati per informare sull’emergenze ambientali e sociali nella città: strumenti interpretativi per affrontare la complessità.
Dal Corso di laurea in disegno industriale e multimedia del Dipartimento di progettazione e pianificazione in ambienti complessi, verranno proposte strategie e metodi per informare sull’ambiente naturale e civile nel Comune di Venezia. Gli unici strumenti saranno i numeri e dati rilevati sul territorio e “lavorati” per diventare strumenti informativi.
Sergio Brugiolo (docente di design della comunicazione)
Claudia Faraone (architetto urbanista)
Stefano Giacomazzi (presidente Viva Piraghetto associazione culturale)
Anna Saccani (designer della comunicazione)
Luca Corsato (moderatore)

11 luglio 2018
h 11.00 – 13.00
Padiglione Venezia
Biennale di Venezia

Esperienze e Racconti di Musei Digitali

È un seminario incentrato sul tema dei Musei Virtuali che si terrà mercoledì 11 luglio presso il Padiglione Venezia della Biennale Architettura 2018 dalle ore 11:00 alle ore 13:00. A questo interverranno esperti del settore: Giovanni Vaia, professore di Digital Management dell’Università Ca’ Foscari Venezia, Renata Codello, direttrice della Fondazione Cini, Mauro Villa, direttore di Maggioli Musei e Filippo Fineschi, amministratore di Parallelo Srl. E’ un incontro dedicato a tutti coloro che credono nel forte connubio fra Arte e Digitale e che confidano nella tecnologia e nelle sue infinite potenzialità e opportunità, per chi non smette mai di guardare avanti e compiacersi per le piccole e grandi conquiste che quotidianamente innovano e trasformano il panorama artistico e museale italiano e internazionale.

4 ottobre 2018
h 18:10 – 19:40
Forte Marghera
(aule nuove appena
entrati in fondo a dx)

“Abitare” a Venezia

Matteo Basso, Federica Fava, Laura Fregolent, Renato Gibin presentano:

Venezia verrà raccontata a partire da alcune ricerche condotte all’interno del Laboratorio di Analisi urbana e del territorio e del ClusterLab: H-City Housing in the city. Abitare e rigenerare, dell’Università IUAV di Venezia. La sovrapposizione dei risultati di diverse indagini condotte sui temi casa, commercio, uso ai piani terra e territori di margine, consentirà di restituire realtà e dinamiche di una città in veloce e continua trasformazione.

Dati

9 ottobre 2018
h 16:00 – 18:00
Museo Correr
(Salone da Ballo)

Jacopo de’ Barbari’s Venice

Kristin Love Huffman (Duke University) assieme a Museo Correr e a Visualising Venice presentano in anteprima la futura installazione di approfondimento della veduta di Jacopo De Barbari. L’incontro sarà in lingua inglese.

Jacopo de’ Barbari’s View made visible the mythical identity of Venice. Published more than 500 years ago, the woodblock print presented an astonishingly detailed portrait of the city from a bird’s eye view. An artistic and technical marvel, it was immediately recognized for its inventions in composition, scale, and precision. At the time of the View’s production in 1500, Venice was one of the wealthiest and most powerful states in the Early Modern world. A city whose curved urban form seemingly floated on water, it was experienced, lived, and navigated unlike any in the world. Over 300 bridges connected a mosaic of islands, each intersected by canals. Lining them, palatial architecture announced boundless wealth and foreign associations. Scattered throughout the city and surrounding islands, churches declared extreme piety, even if residents enjoyed extensive liberties. The architecture at Piazza San Marco and Rialto, principal sites of governance and commerce, promoted a distinctive civic identity. Visual evidence of Venice’s urban sophistication and splendor was recorded for all to admire in this singular work of art.

The future installation at the Correr Museum will bring the View’s magnificent details to life. The print and the original wooden blocks used to publish the six large-scale sheets, form the centerpiece for interactive multi-media displays. The digital stories, alongside select pieces from the collection, will recount the city’s historic and artistic significance and present a state of the art museum experience, a portal to entering the world of sixteenth-century Venice.